TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DELLE ESCURSIONI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario delle Escursioni


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
259B3
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
PUNTA GERLACH
(DALLA DIGA DI PLACE MOULIN)
   altre denominazioni:
  Pointe Gerlach



LUOGO PARTENZA A VALLECATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Bionaz (loc. Place Moulin)ALPINISMO      
ADATTO AI BAMBINIACCESSO CON CANI AL SEGUITO
NONO
DURATASEGNAVIA
1h dal Lac MortNessuno
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(F+) - Facile161 metri1025 metri
DESCRIZIONE ITINERARIO

L’itinerario iniziale č lo stesso che conduce al Lago Morto (2844 mt.). Proseguire sulla destra del lago (in direzione sud-est) senza un percorso obbligatorio, portandosi alla base della Punta Gerlach. Risalire tra i grandi massi cercando le poche tracce di sentiero e qualche ometto molto mimetizzato dai tanti detriti del pendio. Piegare leggermente verso destra puntando ad un evidente intaglio. Raggiungere una cengia (punto chiave 1) che porta alla base dell’intaglio. Risalire il ripido l’intaglio con passaggi di facile arrampicata (punto chiave 2) e raggiungere il colletto superiore (cresta affilata ed esposta). Percorrerla verso destra, senza cambiare versante, abbassandosi un poco e raggiungere una seconda cengia esposta in leggera discesa (punto chiave 3). Proseguire sempre verso destra con alcuni passaggi su facile roccia ben appigliata portandosi sulla cresta fino a raggiungere la vetta di Punta Gerlach (3005 mt.), caratterizzata dalla presenza di un grande ometto in pietra.

Discesa: Seguire il medesimo percorso di salita fino alla prima cengia (l’ultima dell’andata). Qui si consiglia di evitare di tornare a imboccare l’intaglio utilizzato per la salita ma, scendere per l’adiacente canalone detritico, prestando la massima attenzione a non smuovere il pietrame instabile.

Difficoltŕ: Itinerario nel complesso impegnativo. Ometti di difficile individuazione in quanto tutta la dorsale č detritica. (punto chiave 1) Qualche attenzione alla cengia: passaggio un po’ esposto con qualche passo in discesa per superare un grande masso. Risalita dell’intaglio (punto chiave 2): Qualche passaggio di facile arrampicata (II/II+ ) che richiede un buon impegno fisico; maggiori appigli sulla sinistra; consigliata una corda o spezzone di corda al seguito. Attenzione al colletto sommitale all’intaglio: la cresta č molto affilata ed esposta. (punto chiave 3): Attenzione alla seconda cengia in leggera discesa ed esposta!. La parte finale richiede qualche passaggio su facile roccetta ben appigliata (I° grado).

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
  Visualizza il punto di partenza di questo itinerario sul Geonavigatore VDA                        
  Scarica le tracce GPS disponibili (1)                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2014Fonte : www.TheFlintstones.it
LINK COLLEGATI
  Visita la scheda della vetta over 3000
NOTE

- L'itinerario richiede un buon allenamento fisico
- Fontanile: Nessuno
- Bastoni trekking utili e consigliati fino al Lago Morto

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

La Punta Gerlach (3005 mt.)č un 3000 metri valdostano abbastanza sconosciuto che, pur essendo una vetta apparentemente friabile, ha il fascino della vera catena montagnosa. L'ascesa alla Punta Gerlach completa un interessante anello escursionistico nella selvaggia Valpelline permettendo di ammirare 5 laghi: Place Moulin, Lac Long, Lac mort, Lac des Tete e Lac Mont Rouge.

GALLERIA FOTOGRAFICA