TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DELLE ESCURSIONI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario delle Escursioni


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
135B3
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
BIVACCO CHENTRE-BIONAZ
(DA LA FERRERE)
   altre denominazioni:
  Bivacco Carlo Chentre e Ettore Bionaz



LUOGO PARTENZA A VALLECATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Bionaz (loc. La Ferrere)TREKKING   
ADATTO AI BAMBINIACCESSO CON CANI AL SEGUITO
NOSI
DURATASEGNAVIA
3h da La FerrereNr.14
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(E) - Escursionistico939 metri939 metri
TABELLA DI DETTAGLIO DEL DISLIVELLO

La Ferrere - Poujllayes: - 48 mt.
Pouillayes - Bivacco Bionaz: + 891 mt.
Totale: 939 mt

DESCRIZIONE ITINERARIO

Poco oltre l'abitato di Bionaz svoltare a sinistra, seguendo le indicazioni per la diga di Place Moulin. Si prosegue per qualche chilometro fino alle indicazioni per la frazione La Ferrere (1687 mt), ove inizia il percorso. Lasciare l'auto nei pressi delle paline segnavia a bordo strada, e scendere lungo la sterrata che porta alle baite di La Ferrere e di Pouillayes (1639 mt.). Oltrepassare il ponte sul torrente Buthier, e dopo essere passati sotto la bella cappella e accanto ad un rudere (1620 mt.), addentrarsi nel bosco. Dopo un breve tratto si incontra un bivio, che presenta un sentiero che sale sulla sinistra, caratterizzato da bolli di vernice rossa. Proseguire diritti lungo il sentiero principale, ignorando il suddetto bivio. Continuare nel bosco alternando tratti a mezzacosta a tratti di modesta pendenza. Giungere cosi ad un cancello in legno che blocca il sentiero: oltrepassarlo (un cartello invita a richiuderlo al fine di evitare la discesa a valle di animali al pascolo) e giungere ad un bivio nei pressi di un torrente. Proseguire verso sinistra come indicato dalla palina segnavia; da questo punto, compiendo una diagonale, il sentiero si presenta in salita con un tratto abbastanza ripido. Seguire la risalita di un canale ove il bosco è più rado e con modesta pendenza giungere ad un colletto. Un breve tratto in discesa permette di raggiungere il greto del torrente che scende dal vallone Des Arbiéres, e di guadarlo seguendone i bolli gialli segnavia e gli ometti in pietra. Oltrepassare una zona umida e caratterizzata da alcuni ruscelli e giungere ad un'ampia prateria, sulla cui sinistra si trova un bel laghetto che merita essere visto. Ora il sentiero risale il margine sinistro del vallone e giunge ai ruderi della baita di Praz de Dieu (2274 mt.) Risalire ancora un breve tratto e raggiungere un piano erboso, verso sinistra, superato il quale ci si immette nel vallone del Mont Dzalou. Il sentiero sale sulla sinistra orografica del vallone all'ombra di una grande parete rocciosa sulla nostra destra. Da questo punto l'escursione presenta il suo tratto più faticoso, in quanto ripidi e stretti tornanti fanno aumentare la quota seguendo il ripido canale che termina su un intaglio roccioso. Giunti al colletto, sulla sinistra si vede il Bivacco Chentre-Bionaz (2530 mt.), distante solo poche decine di metri.

Discesa: La discesa si percorre sul medesimo itinerario di salita.

Difficoltà: Salita bella e piacevole nel bosco nella sua prima parte. All'inizio del bosco seguire sempre i segnavia gialli recanti il numero 14 e ignorare il bivio contrassegnato con bolli rossi. La salita dell'ultimo canale si presenta ripida (15-20 minuti circa per arrivare al Bivacco).

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
  Visualizza il punto di partenza di questo itinerario sul Geonavigatore VDA                        
Non ci sono tracce GPS da scaricare                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2016Fonte : www.TheFlintstones.it
LINK COLLEGATI
  Visita la scheda del bivacco
NOTE

- L'itinerario richiede un discreto allenamento fisico
- Fontanile: La Ferrere
- Bar/acqua: Ristoro Alpe Rebelle (strada per Place Moulin, nella vicina località di Chez Chenouz)
- Bastoni trekking utili e consigliati

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

La costruzione del Bivacco Chentre Carlo / Ettore Bionaz è un'iniziativa della fondazione olandese in collaborazione con il comune di Bionaz e guide Valpelline. Il bivacco si trova sull’itinerario di salita alla Becca di Luseney. All'interno e sulla facciata si possono ammirare alcune opere dell'artista olandese Arjen Bakermans.

GALLERIA FOTOGRAFICA
       
       
       
       
GALLERIE FOTOGRAFICHE AGGIUNTIVE
  Bivacco Chentre-Bionaz - Foto del 21/08/2010