TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DELLE ESCURSIONI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario delle Escursioni


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
292B2
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
DAL GRANDE CHENALETTE AL MONT FOURCHON
(ANELLO DI CRESTA DAL GRAN SAN BERNARDO)
   altre denominazioni:
  Sentiero attrezzato Chenalette



LUOGO PARTENZA A VALLECATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Colle del G.S.BernardoVIA ATTREZZATA      
ADATTO AI BAMBINIACCESSO CON CANI AL SEGUITO
NONO
DURATASEGNAVIA
5h30' circa (anello)Ometti e bolli
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(EE) - Escursionisti Esperti1670 metri1670 metri
TABELLA DI DETTAGLIO DEL DISLIVELLO

Ospizio - Grande Chenalette: +516 mt.
Grande Chenalette – Monte Dronaz: -61 mt.
Pointe du Drone – Col de Fonteinte: -227 mt.
Col de Fonteinte - Colle Fenetre de Ferret: -25 mt.
Colle Fenetre de Ferret – Mont Fourchon: +204 mt.
Mont Fourchon – Montagna Baus: -533 mt.
Montagna Baus – Ospizio: + 104 mt.
Totale: 1670 mt. (+824 mt. / -846 mt.)

DESCRIZIONE ITINERARIO

La prima parte dell’itinerario è la medesima descritta per raggiungere i monti: Grande Chenalette e Monte Dronaz. Dal Monte Dronaz (o Pointe du Drone; 2950 mt.) scendere seguendo sempre i segnavia di colore rosso per "Ferret" sulla cresta detritica nord fino al Col de Fonteinte (2723 mt.). Risalire su crinali erbosi per poi scendere, sempre in cresta, fino al Col Fenetre de Ferret (2695 mt.). Dal colle proseguire verso ovest sempre su crinali erbosi e rocce poco sicure fino a raggiungere, dopo avere superato la Testa di Ferret (caratterizzata dalla presenza in cima di una scopa di saggina), la cresta finale che conduce all’ometto in pietra in vetta al Mont Fourchon 2902 mt.

Discesa: Il percorso è ad anello e la discesa avviene per il vallone che dal Monte Fourchon scende all’alpeggio Montagna Baus (2369 mt.); qui ci si innesta sulla strada regionale per il Colle del Gran San Bernardo che si raggiunge con un ultimo tratto un salita. Il Col de Fonteinte e il Colle Fenetre de Ferret sono due punti di fuga per il rientro a Montagna Baus qualora non si volesse proseguire.

Difficoltà: Traversata molto bella e panoramica, non estremamente faticosa ma che richiede comunque un buon allenamento dato lo sviluppo e il dislivello complessivo. La prima parte è molto aerea ma il sentiero, sempre evidente, aggira bene le difficoltà passando sui lati del filo di cresta. La discesa al Colle Fenetre de Ferret è ripida e su terreno detritico. Una particolare attenzione è richiesta sulla salita al Mont Fourchon dove bisogna risalire con facile arrampicata un breve tratto aereo e un po’ esposto.

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
  Visualizza il punto di partenza di questo itinerario sul Geonavigatore VDA                        
  Scarica le tracce GPS disponibili (1)                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2015Fonte : www.TheFlintstones.it
LINK COLLEGATI
  Visita la scheda del sentiero attrezzato
NOTE

- L'itinerario richiede un buon allenamento fisico
- Fontanile: Nei pressi dell’area pin nic del lago
- Bastoni trekking non consigliati nel tratto attrezzato; utili in discesa
- Imbrago e kit ferrata non necessari

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

Traversata su facili creste poco frequentata, suggestiva e straordiariamente panoramica. L’itinerario in parte attrezzato parte dal passo del Gran San Bernardo, presso il magnifico lago, e percorre il confine tra Italia e Svizzera in un ambiente davvero suggestivo. In poco tempo è possibile ritrovarsi in un ambiente da alta montagna.

GALLERIA FOTOGRAFICA