TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DEL FREESKI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario del Freeski


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
105B3
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
TRAVERSATA NORD/SUD DEL BEC D’ EPICOUN
(DAL RIF. CRETE SECHE PER I COLLI DI CRETE SECHE E CHARDONNEY)
   altre denominazioni:
  Becca di Epicoun o Becca Rayette



LOCALITA'CATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Bionaz (loc. Ruz)SCIALPINISMO       
DURATAESPOSIZIONE DI SALITA
7h dal Rif. Crete SecheVarie
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(OSA) - Ottimi sciatori(vedi dettaglio) (vedi dettaglio)
TABELLA DI DETTAGLIO DEL DISLIVELLO

Ruz - Rifugio Crete Seche: +714 mt. (2h)
Rifugio Crete Seche - Bivacco Spataro: +190 mt.
Bivacco Spataro - Colle di Crete Seche: +299 mt.
Colle di Crete Seche - Colle di Chardonney : + 286 mt.
Colle di Chardonney - Q.ta ghicciaio d’Epicoun: - 150 mt. (circa; 15')
Q.ta ghicciaio d’Epicoun - Q.ta Traverso : + 415 mt. (circa; 2h15')
Q.ta Traverso - Noed de la Rayette : 140 mt. (circa -118/+20 mt.; 1h15')
Noed de la Rayette - Ruz : - 1656 mt. (1h15')
Totale: 3848 mt (circa; +1924/-1924 mt. ; 9h)
Parziale dal Rifugio: +3134 (circa; +1210/-1924 mt.;7h)

DESCRIZIONE ITINERARIO

L'itinerario iniziale è il medesimo descritto per raggiungere il Colle di Chardonney (3185 mt.). Dal colle, con un traverso verso i pendii sottostanti la Trouma des Boucs, scendere sul ghiacciaio d’Epicoun (perdendo circa 150 mt. di quota). Attraversare in falsopiano il ghiacciaio e guadagnare, sul margine destro dell’anfiteatro glaciale, la cresta nevosa Nord del Bec d’Epicoun, la cui rampa di accesso si trova a sinistra di una fascia rocciosa. Risalire i ripidi pendii, con alcuni tratti esposti, e raggiungere la sella sommitale che va risalita (in direzione Nord/Ovest) fino al bastione roccioso del Bec d’Epicoun (3.529 metri; eventualmente raggiungibile risalendo un canalino roccioso di circa 80 mt.). Proseguire lungo la base del bastione roccioso fino a guadagnare un piccolo colletto (3450 metri circa; rocce) che immette sul ripido e molto esposto pendio Ovest. Traversare il pendio (molto inclinato; OSA) con un lungo ed esposto traverso (picca e ramponi), fino a raggiungere la rocciosa cresta Sud/Ovest. Scendere per un 120 mt. circa, mentendosi sul filo di cresta (I/II grado), e guadagnare il pendio che risale alla sella nevosa posta a sinistra (sinistra orografica) del Noeud de la Rayette (3352 metri; Croce in vetta facilmente raggiungibile in breve tempo).

Discesa: Raggiungere circa la metà della sella nevosa che divide il Noeud della Rayette dal Monte Cervo e scendere, lungo un ripido canalino innevato, fino a raggiungere il Ghiacciaio di Chardonney. Sciare interamente la comba di Vert Tzan (passando a destra di un dosso roccioso sopra al quale è ben visibile la croce in legno dell’ Alpe Chardoney) fino alle baite dell’alpe Berrier e da qui, lungo la strada sterrata, rientrare a Ruz (1696 mt.).

Difficoltà: Itinerario lungo e complesso con parti alpinistiche non difficili ma da non sottovalutare in quanto delicate. L’impegno fisico è molto variabile in funzione delle condizioni; La risalita dei pendii Nord dell’Epicoun (attenzione a qualche tratto molto ripido ed esposto) può essere effettuata interamente con gli sci se in condizioni (in genere è preferibile avere al seguito sia i Rampant che i Ramponi); Attenzione all’eventuale salita in vetta (ramponi): cornici sulla cuspide sommitale ! (per la discesa è necessario attrezzare doppie/calate per circa 80 mt.); Massima attenzione al ripido ed esposto traverso sul pendio Ovest (l’inclinazione e i salti di roccia sottostanti richiedono un’attenta valutazione delle condizioni); La cresta sud si percorre senza particolari problemi (terreno di misto con facili roccette fino alla sella che porta al Noeud della Rayette); I pendii che scendono sul ghiaccaio di Chardonney sono moderatamente ripidi (BS); La traversata può essere effettuata anche nel senso contrario ma con maggiori difficoltà (OSA/PD).

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
Scarica le tracce GPS disponibili (1)                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2018Fonte : www.TheFlintstones.it
LINK COLLEGATI
  Visita la scheda della vetta over 3000
NOTE

Itinerario da affrontare con ARTVA, PALA e SONDA al seguito.
Attrezzatura alpinistica: Corda, Piccozza e ramponi

Attenzione! Consultare il BOLLETTINO NEVE E VALANGHE prima di intraprendere questa gita.

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

Ecco lo sviluppo dell'itinerario:

GALLERIA FOTOGRAFICA