TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DELLE ESCURSIONI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario delle Escursioni


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


Noi ci siamo stati  

Le nostre gite con meta o transito da qui


CODICESETTORE
488E2
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
COLLE LENYR
(DA THUMEL)



Possibili frane con blocchi di medie e grandi dimensioni a causa del pendio instabile sotto il Colle Lenyr.
LUOGO PARTENZA A VALLECATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Rhemes N.D. (loc. Thumel)TREKKING     
ADATTO AI BAMBINIACCESSO CON CANI AL SEGUITO
NONO
DURATASEGNAVIA
3h15' da ThumelNr. 11
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(EE) - Escursionisti Esperti1205 metri1205 metri
DESCRIZIONE ITINERARIO

Lasciare l'auto nell'ampio parcheggio prima del villaggio di Thumel (l'ultimo villaggio della Valle di Rhêmes a 1879 mt.) e proseguire sulla strada asfaltata (in direzione del fondo valle) per qualche centinaio di metri, fino al primo bivio (segnavia sulla sinistra poco prima del villaggio di Thumel). Svoltare a sinistra e percorrere la stradina che si abbassa verso la Dora di Rhemes. Oltrepassa il ponte sul torrente e imboccare il sentiero che supera due bivi (dove occorre tenere la destra al primo e la sinistra al secondo), prima di salire ripido nel vallone della Vaudalettaz attraversato dall'omonimo torrente. Raggiungere il pianoro sommitale e proseguire sulla destra del torrente (sinistra idrografica). Risalire una fascia un po' rocciosa e raggiungere il bivio per il Col Rosset / Rifugio Benevolo (palina segnavia). Proseguire verso sinistra e superare il ruscello con un facile guado e risalire i pascoli compiendo un ampio semicerchio verso sinistra che permette di raggiungere il casotto del P.N.G.P. di Vaudalettaz superiore (2480 mt.). Aggirare a monte il fabbricato e rientrare nel vallone seguendo il sentiero che si innalza tra pascoli e pietraie, alternando tratti pianeggianti a tratti ripidi, fino a raggiungere un grosso ometto. Continuare ora su terreno morenico superando alcune basse rocce levigate (ometti e frecce segnavia), fino a raggiungere un grande masso (freccia gialla e ometto) posto nei pressi di un piccolo laghetto. Proseguire in falsopiano sempre su terreno morenico in direzione dell’ormai ex ghiacciaio di Vaudalettaz. Risalire su pietraia (sfasciume instabile) seguendo gli ometti in pietra e le frecce gialle fino alle placche rocciose attrezzate con gradini e cavo. Risalirle e piegare verso destra su una cengia esposta (cavo) oltre la quale si riprende la traccia di sentiero che in breve porta al colletto sommitale. Da qui piegare a sinistra e in breve raggiungere il Colle Leynir (3084 mt.).

Discesa: La discesa si percorre sul medesimo itinerario della salita.

Difficoltà: Itinerario con alcuni tratti ripidi; Le difficoltà tecniche si concentrano nella parte alta, dove occorre risalire la pietraia con blocchi instabili sotto il colle Lenyr; Attenzione al tratto attrezzato dove i gradini sono molto distanziati e qualcuno traballante; La cengia sopra il tratto attrezzato con gradini è stretta ed esposta ma è attrezzata con cavo.

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
  Visualizza il punto di partenza di questo itinerario sul Geonavigatore VDA                        
  Scarica le tracce GPS disponibili (1)                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2022Fonte : www.TheFlintstones.it
NOTE

Impegno fisico: L'itinerario richiede un buon allenamento fisico

Fontanile: Nessuno

Acqua: Nessun attraversamento di rilievo

Bastoni Trekking: Bastoni trekking utili e consigliati

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

Il colle Leynir (3084 mt.) è lo spartiacque tra la valle di Rhemes e la Valsavarenche. Al colle, una pietra miliare riporta i nomi delle montagne visibili.

GALLERIA FOTOGRAFICA