TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DEL FREESKI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario del Freeski


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
56C3
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
POINTE DE MONPERS (PUNTA DI MONPERS)
(DA PILA - PIAZZALE FUNIVIA GORRAZ-GRAND GRIMOD)



LOCALITA'CATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Gressan (loc. Pila)SCIALPINISMO    
DURATAESPOSIZIONE DI SALITA
3h da PilaIn prevalenza Nord
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(MS) - Medi sciatoriD+925 metriD+925 metri
DESCRIZIONE ITINERARIO

Lasciata l'auto nel piazzale della funivia "Gorraz-Grand Grimod " di Pila (1869 mt.), risalire il tracciato della pista nr.15 "Grimod" fino alla stazione di partenza della seggiovia “La Nouva”. Proseguire sul tracciato della pista nr. 5 "Chatelaine", superando a destra dapprima l’omonimo alpeggio e poco dopo l’omonimo bar-ristoro, fino a raggiungere il bivio con la pista nr.6 "La Nouva". Qui abbandonare i tracciati delle piste da sci e proseguire dritto superando un pianoro (sulla sinistra arrivava un tempo la vecchia seggiovia della Nouva) e portandosi alla base di una bastionata rocciosa ai piedi della Testa Nera (o Tête Noire). Superare la bastionata con un lungo traverso di moderata pendenza e raggiungere il vallone superiore. Superare i facili dossi mantenendosi alti (è preferibile aggirarli verso sinistra con un semicerchio verso la base di Punta Valletta) e risalire l’ampio canale centrale che porta alla base del ripido pendio finale che sale al Colle di Tza Sèche. Da qui effettuare un traverso verso destra fino a raggiungere il colletto posto a poche decine di metri sotto la vetta di Punta di Monpers (2794 mt.) Per raggiungere la vetta bisogna proseguire verso destra seguendo filo di cresta, successivamente, aggirare sulla sua destra la cuspide rocciosa compiendo un traverso un po’ esposto; raggiunto un pianoro lasciare gli sci e risalire tra le facili roccette, gli ultimi metri che portano alla vetta (ometto in pietra).

Discesa: La discesa si percorre sul medesimo itinerario della salita. In alternativa con neve ben assestata è possibile scendere il bel ripido canale sotto la cuspide rocciosa di vetta per poi piegare verso sinistra, scendendo nel vallone del Plan de l'Eyve; da qui rientrare a Pila utilizzando i tracciati delle piste da sci.

Difficoltà: Prestare molta attenzione ai ripidi pendii sopra la barra rocciosa, oltre le piste da sci ( sotto la Tête Noire ed il Mont Belleface): verificare che abbiano ben scaricato. Stessa attenzione va fatta poco più avanti per i pendii posti alla base di Punta Valletta. La cresta finale è esposta e può avere cornici. Le roccette finali che portano in vetta sono facili ma sono da affrontare con la dovuta attenzione in quanto i canali sottostanti (sul versante di Cogne) sono molto ripidi.

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
Scarica le tracce GPS disponibili (1)                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2019Fonte : www.TheFlintstones.it
LINK COLLEGATI
  Vistia l'elenco degli impianti di risalita di Pila
  Visita l'elenco delle piste da sci di Pila
NOTE

Itinerario da affrontare con ARTVA, PALA e SONDA al seguito.
Una classica e bella scialpinistica nella conca di Pila da fare con piste chiuse.

Attenzione! Consultare il BOLLETTINO NEVE E VALANGHE prima di intraprendere questa gita.

GALLERIA FOTOGRAFICA