TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

BORGHI E VILLAGGI

VAI A 

Collegamenti veloci


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questo Borgo o Villaggio

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:



BAISEPIERRE
ALTITUDINE 1383 METRI S.L.M.
FRAZIONE DEL COMUNE DI ARVIER


   altre denominazioni:
  Baise-Pierre o Baisse Pierre






Come arrivare

Da Aosta proseguire sull' autostrada A5 in direzione Monte Bianco fino all'uscita di Aosta Ovest, quindi seguire la strada per Aosta/Saint Pierre per 500 metri. Alla Rotonda, in frazione Plan de Sarre, svoltare a sinistra e continuare sulla Strada Statale nr. 26 fino al Comune di Arvier. Alla rotonda prendere la seconda uscita, superare la frazione Leverogne e imboccare la Strada Reginale nr. 25 della Valgrisenche. Risalire la vallata sulla S.R.25 fino al bivio, sulla destra, per Baisepierre. Risalire la ripida e stretta strada asfaltata e raggiungere l’abitato di Baisepierre (1383 mt.), frazione del Comune di Arvier.



Informazioni su...

La frazione di Baisepierre sorge a 1383 mt. s.l.m. e dista 9,4 chilometri dal Comune di Arvier cui essa appartiene. Dal 1975, il piccolo villaggio, molto esposto al sole e da cui si gode una splendida vista sulla valle centrale, è raggiungibile percorrendo una ripida strada. Le case sono state quasi interamente ristrutturate e sono abitate durante la stagione estiva. La cappella (risalente al 1760) è dedicata a Notre-Dame-des-Neiges è stata oggetto di lavori di restauro, curati dagli abitanti. Il villaggio è attraversato da un sentiero che costituisce un tratto della Via Alpina che è percorsa soprattutto dagli amanti delle camminate e nel mese di giugno dai podisti della manifestazione "Martze de la fiocca". Originariamente il villaggio era costantemente interessato dalle migrazioni stagionali fra i villaggi bassi e quelli alti, in relazione ai lavori della campagna che si dovevano compiere.

Curiosità: A monte del Borgo, su di una grande roccia, si trovano nove piccole "coppelle" (un incavo emisferico creato dall'uomo) di sezione variabile e databili fra la fine del Neolitico e la seconda Età del Ferro.

Leggenda: Una leggenda narra che molti anni fa un soldato francese percorreva l’antico sentiero che collegava Leverogne a Valgrisenche: era in groppa ad un bellissimo cavallo nero ed aveva molta fretta, dovendo consegnare un dispaccio segreto ed urgentissimo. Giunto nei pressi dell’abitato, il cavallo inciampò e, scivolando, andò a picchiare il muso su una grossa pietra. Il soldato esclamò: “Il a baisé la pierre! Da allora fu Baise-Pierre.

Dove mangiare

I consigli del "Bongustaio" di theflintstones.it

- Nessun locale consigliato nelle vicinanze