TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DELLE ESCURSIONI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario delle Escursioni


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
436C4
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
L’EVE VERDA (L’ACQUA VERDE) E MINIERE DI CHUC
(DAL SANTUARIO DI PLOUT)



LUOGO PARTENZA A VALLECATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Saint Marcel (loc. Plout)TREKKING   
ADATTO AI BAMBINIACCESSO CON CANI AL SEGUITO
SI (normalmente adatto)SI
DURATASEGNAVIA
1h20' da PloutNr. 4
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(E) - Escursionistico405 metri435 metri
TABELLA DI DETTAGLIO DEL DISLIVELLO

Plout - Acque Verdi: +405 mt. (1h15’)
Acque Verdi - Miniere Chuc: + 30 mt. (5’)
Totale: +435 mt. (1h20’)

DESCRIZIONE ITINERARIO

Lasciata l’auto nel parcheggio adiacente al Santuario di Plout (tra le frazioni di Plout (955 mt.) e di Enchasaz (980 mt.), appartenenti al Comune di Saint Marcel), prosegue per pochi minuti lungo la strada asfaltata, passando di fatto a valle del villaggio. In prossimità di un bivio (palina segnavia), prendere a destra la strada sterrata che scende leggermente. Seguire la sterrata superando a destra un grande castagno al cui interno è alloggiata una scultura in legno. Continuare sulla strada principale che alterna tratti pianeggianti ad altri in salita ignorando un paio di bivi secondari (il primo per Morge ed il secondo per Moulin). Proseguire sulla sinistra del torrente Saint Marcel (destra idrografica) fino a quota 1200 circa. Attraversare il torrente sul lungo ponte di legno e continuare sulla sterrata che risale accanto alla riva opposta. Dopo una cinquantina di metri di dislivello attraversare nuovamente il torrente, su di un ponte più piccolo, ritornando sulla destra idrografica. Proseguire in salita superando a sinistra i resti di alcuni fabbricati industriali legati all'attività mineraria. Risalire alcuni tornanti della strada che prosegue ora all'interno del bosco e in breve tempo si raggiunge all'attraversamento del ruscello dell'Eve Verta (mt.): Un angolo fiabesco, dove l'acqua trasparente di un ruscello di montagna scende su di un letto dal colore turchese carico, i sassi, i legni, le foglie che sono immersi in questa magica sorgente perdono il loro colore originale e si caricano di questo azzurro irreale. Per raggiungere la sorgente (una polla d'acqua che sgorga dai massi di una paleofrana) occorre risalire per poche decine di passi il corso del ruscello.

Miniere di Chuc
Per raggiungere i ruderi degli edifici della vecchia miniera di Chiuc occorre proseguire lungo la strada sterrata ancora per alcuni minuti.

Discesa: La discesa si percorre sul medesimo itinerario della salita.

Difficoltà: L'itinerario non presenta difficoltà tecniche.

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
  Visualizza il punto di partenza di questo itinerario sul Geonavigatore VDA                        
  Scarica le tracce GPS disponibili (1)                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2020Fonte : www.TheFlintstones.it
NOTE

Impegno fisico: L'itinerario non richiede una particolare preparazione fisica

Fontanile: Nei villaggi di Enchasaz e Plout

Acqua: 2 ponti sul torrente

Bar/Ristoro: Al villaggio di Enchasaz vicino al Santuario di Plout

Bastoni Trekking: Bastoni trekking non necessari

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

Nel comune di Saint-Marcel esiste un luogo che ha del magico e fiabesco. Un evento naturale che colora in modo incredibile tutto ciò che incontra: le cosiddette Acque verdi. Il colore del ruscello dell'acqua verde varia da un turchese intenso, dovuto dai depositi di woodwardite della sorgente che sgorga dalla paleofrana, al verde dovuto dal mescolamento di queste acque con quelle che scendono dalla miniera di Servette che lasciano depositi giallo-bruni.

GALLERIA FOTOGRAFICA