TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

IL DIARIO DELLE ESCURSIONI

VAI A 

Collegamenti veloci al Diario delle Escursioni


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questa recensione

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:


CODICESETTORE
108D3
REGIONE
VALLE D'AOSTA
SCHEDA TECNICA DEL DIARIO:
GRAN SERTZ
(DA VALNONTEY PER IL RIFUGIOVITTORIO SELLA)
   altre denominazioni:
  Grand Serz o Grande Serra



LUOGO PARTENZA A VALLECATEGORIADIFFICOLTA'ACCESSOTIPOLOGIA
Cogne (loc. Valnontey)ALPINISMO      
ADATTO AI BAMBINIACCESSO CON CANI AL SEGUITO
NONO
DURATASEGNAVIA
3h30' dal rifugio SellaOmetti in pietra
CLASSIFICAZIONEDISLIVELLO PARZIALEDISLIVELLO TOTALE
(PD-) - Poco Difficile964 metri1886 metri
DESCRIZIONE ITINERARIO

Dal Rifugio Vittorio Sella (2588 mt.) si attraversa il ponte in legno sul torrente e si risale, per pochi metri, la mulattiera che conduce al Laghetto del Lauson. Sulla destra si incontra una traccia di sentiero che permette di risalire il dosso erboso e di entrare nella morena detritica del ghiacciaio del Lauson, seguendo gli ometti in pietra lungo il percorso. Raggiunta la targa in ferro in memoria di Giampiero Cambiaggio, si prosegue sul ghiacciaio (mantenendosi sul margine sinistro) e si risale il primo o il secondo canale detritico. Entrambe i canali giungono al colletto del Lauson e permettono di superare la barra rocciosa che divide il ghiacciaio del Lauson con il ghiacciaio di Grand Val. Dal Colletto si risale il margine destro del ghiacciaio di Grand Val fino alla base della cresta sud del Gran Sertz. Da qui si lasciano i ramponi e si sale su roccia fino in vetta a Gran Sertz (3552 mt.). Poco sotto la vetta non vanno seguite le frecce gialle (i segnavia portano al punto di calata per la traversata verso il rifugio Chabod) ma bisogna risalire il camino passando a sinistra di una picca con targa commemorativa.

Discesa: La discesa si percorre sul medesimo itinerario della salita.

Difficoltà: Prestare molta attenzione alla salita e alla discesa dei canali del colletto del Lauson: Se non innevati, il terreno detritico è molto instabile e pericoloso!! - L'ultimo tratto sotto la vetta presenta difficoltà alpinistiche con passaggi di I e II grado.

Versione WEB stampabile     Versione stampabile in PDF     Richiedi info
  Visualizza il punto di partenza di questo itinerario sul Geonavigatore VDA                        
Non ci sono tracce GPS da scaricare                                                                                                
Aggiornato all'anno : 2009Fonte : www.TheFlintstones.it
LINK COLLEGATI
  Visita la scheda della vetta over 3000
NOTE

- Progressione in cordata su ghiacciaio
- Necessari: Imbrago, corda, piccozza e ramponi.
- Consigliati: Caschetto

INFORMAZIONI GENERALI SULL'ITINERARIO

Al nome Gran Sertz, si associa il fascino di quel trampolino di roccia che sporge a quota 3552 mt. al centro del Parco Nazionale del Gran Paradiso e ben visibile dalla Valnontey a Cogne. La vera vetta in realtà è a pochi metri di distanza rispetto al dente sporgente, ed è contraddisitinta da presenza di una esile croce attorciliata. Diversi sono anche i nomi con cui viene chiamata questa bella vetta alpinistica: Gran Sertz, Grand Serz o Grande Serrra di Valsavarenche. La normale via di ascensione avviene dal Rifugio Vittorio Sella.

GALLERIA FOTOGRAFICA
       
       
       
GALLERIE FOTOGRAFICHE AGGIUNTIVE
  Gran Sertz - Foto del 28/06/2009