TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

BIVACCO GIUSTO GERVASUTTI
2.870 m.s.l.m. - Courmayeur - AO


Io ci sono stato  

Commenti e valutazioni su questo bivacco

Seleziona uno dei seguenti link per visualizzare o inserire i feedback:

Seleziona un’immagine per ingrandirla ed aprirne l’album

(nr.12 immagini)

  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire
  • clicca l'immagine per ingrandire

Zona: Alpi Occidentali - Monte Bianco

Gruppo: Monte Bianco

Regione: Valle d'Aosta

Ubicazione: Ghiacciaio di Frébouze

Comune: Courmayeur

Navigazione Satellitare:

Wgs: 45.876356 Lat. - 7.012634 Lon.

Gps: 45°52'34''N - 7°00'45''E

  Localizza il bivacco sul Geonavigatore VDA

→4h da Freboudze
→3h30' da strada per Arnouva

Da Aosta proseguire in autostrada in direzione Monte Bianco fino a Courmayeur. Proseguire sulla statale seguendo le indicazioni per Entrèves. Giunti in località Entrèves si imbocca la Val Ferret. Tra le località Freboudze e Arnouva, sulla sinistra della strada a circa 1750 mt. (a circa 700 metri a monte del sentiero per il Rifugio Bonatti) inizia il sentiero che conduce al bivacco Gervasutti, raggiungibile in 3h30'/4h di cammino.

Il bivacco Gervasutti si trova su uno sperone roccioso a 2.870 metri di altezza, sotto le spettacolari pareti delle Grandes e Petites Jorasses, ai margini del ghiacciaio di Frébouze.

Il percorso è per escursionisti esperti attrezzati (in base alle condizioni l’itinerario può essere consiferato alpinistico F+) ed ha un dislivello di 1121 metri. Il sentiero si snoda su tratte ripide e rocciose e presenta due tratti attrezzati con corde fisse. Sono necessari scarponi e abbigliamento adatto alle basse temperature in quanto il bivacco Gervasutti si trova a 2870 metri, nella catena del Monte Bianco.

- Itinerario non percorribile con cani al seguito
- Dal bivacco Comino partono solo itinerari alpinistici
- Itinerario per il Bivacco Gervasutti attrezzato con corde fisse
consulta il link: Sentieri attrezzati in Valle d'Aosta

Proprietario: CAI sez. di Torino - Via Giuseppe Barbaroux, 1 - 10121 Torino (TO)
Tel. (+39) 011.546031

Social network: Nessuno  

Periodo apertura: Sempre aperto

Tipo: (EEA) - Escursionisti Esperti Attrezzati

Posti letto: 12

Segnavia sul percorso: SI

Presenza di acqua: NO (solo di fusione del vicino ghiacciaio)

Fornello: SI

Materiale da cucina: SI

Coperte: SI

Stufa: NO

Illuminazione: Pannelli fotovoltaici con illuminazione a led

Connessione Wi-Fi: SI

Annotazioni: Presente apparecchiatura radio di emergenza

Il bivacco: Il bivacco Giusto Gervasutti sorge su uno sperone roccioso a 2835 mt. di altezza, sotto le spettacolari pareti delle Grandes e Petite Jorasses e dell’Aiguille des Leschaux, base di partenza per splendidi itinerari alpinistici: dalla via sulla parete Est delle Grandes Jorasses, aperta da Giusto Gervasutti e Giuseppe Gagliardone nel 1942 e ripetuta in solitaria invernale da Renato Casorotto nel 1985, alla parete Est delle Petites Jorasses, salita la prima volta nel 1962 da Walter Bonatti e Pierre Mazeaud, detta anche Via dell’amicizia in ricordo degli amici scomparsi un anno prima durante il tentativo sul Pilone Centrale del Frenay. Bonatti, Mazeaud e Casarotto sono solo alcuni dei molti alpinisti che hanno lasciato la loro firma sul libro del bivacco costruito nel 1948 dalla Sottosezione SUCAI in sostituzione del bivacco Freboudze collocato 600 metri più sotto (smontato negli anni ’80 e oggi conservato nel museo delle guide di Courmayeur). Realizzato interamente in legno, prima di essere trasportato in quota grazie all’aiuto e al lavoro dei soci della Sucai e degli alpini, venne esposto per un mese a Torino in piazza CLN. Si decise di intitolarlo a Giusto Gervasutti. “il fortissimo” alpinista torinese, proprio in ricordo della sua prima ascensione alla parete Est delle Grandes Jorasses. A seguito di alcuni danneggiamenti, la Capanna venne completamente ricostruita nel 1961, sempre in legno e sempre ad opera della Sottosezione Sucai. Grazie all’aiuto di un elicottero messo a disposizione dall’esercito americano, fu possibile portare in quota la maggior parte dei materiali, evitando il trasporto a spalle lungo il sentiero che si inerpica dal fondovalle per circa 1200 metri di dislivello. A cinquant’anni di distanza dall’ultimo rifacimento, la Scuola, la Sottosezione SUCAI di il CAI Torino hanno deciso di realizzare una nuova struttura in sostituzione a quella esistente. Il nuovo Bivacco è stato presentato a Courmayeur il 17 settembre 2011 e installato il 10 ottobre 2011.

Giusto Gervasutti soprannominato il Fortissimo (Cervignano del Friuli, 17 aprile 1909 – Mont Blanc du Tacul, 16 settembre 1946) è stato un alpinista italiano. Tra gli anni trenta e gli anni quaranta Gervasutti fu uno degli alpinisti di punta all'interno del movimento europeo. Instancabile esploratore di montagne e massicci in tutti i versanti delle Alpi (e non solo), si legò in cordata con i nomi più noti dell'epoca e realizzò nuove salite di pareti e cime che ancora oggi sono tenute in grande considerazione per la loro difficoltà. Morì il 16 settembre 1946, durante una scalata al Mont Blanc du Tacul insieme a Giuseppe Gagliardone. I due si stavano ritirando a causa del maltempo; a causa di una corda doppia incastrata, Gervasutti stava risalendo un tratto, quando improvvisamente cadde. Nel 1945, un anno prima della morte, pubblicò la sua autobiografia, intitolata Scalate nelle Alpi. A Cervignano del Friuli è ricordato con un munumento dedicatogli dal locale C.A.I. e da una via a lui intitolata.

Escursioni

- Nessuna

Traversate

- Nessuna

Ascensioni

- Grandes Jorasses parete Est - (4.208 mt.)
- Petites Jorasses - (3.658 mt.)
- Aiguille de Leschaux - (3.759 mt.)

DIARIO DELLE ESCURSIONI

DIARIO DELLE ESCURSIONI: BIVACCOGIUSTO GERVASUTTI
(scheda tecnica con la relazione dell'itinerario)


LE NOSTRE VISITE AL BIVACCO
Estate 2016
ESCURSIONISMO - Sabato 03 Settembre 2016