TheFlintstones.it - Valle d'Aosta

PROGRAMMA GITE
ESTATE 2019
(aggiornamento - Ver. 4.1)
Trekking amatoriale in Valle d'Aosta



    INFO  

    Cosa sapere sulle gite in programma

    VAI A 

    Scegli quali eventi e attività vedere

    Seleziona uno dei seguenti link per filtrare le tipologie:





    STAI VISUALIZZANDO PROGRAMMA ALPINISTICO
    TUTTE LE TIPOLOGIE
    RINVIATA ALL' ESTATE 2020DA ISSIME

    MONT NERY (3.075 MT.)

    per il Bivacco Cravetto



    L’isolato e massiccio Mont Nery è raggiungibile con una divertente salita su roccette dal vicino Bivacco Cravetto, alpeggio recentemente ristrutturato e dotato di ogni confort.

    1° giorno: Issime (956 m.) - Bivacco Cravetto (2.422 m.)
    Dislivello: 1.466 m.
    Tempo di salita: ore 5.00
    Difficoltà: E

    2° giorno: Bivacco Cravetto (2.422 m.) - Mont Nery (3.075 m.)
    Dislivello in salita: 653 m.
    Tempo di salita: ore 2.00
    Difficoltà: F


    contattaci



    RINVIATA ALL' ESTATE 2020ROISAN (LOC. BLAVY)

    TRAVERSATA BECCA ROISAN - BECCA VIOU

    Con percorso ad anello



    Facile e divertente senza essere troppo esposta (livello F) e con un dislivello di 1.100 metri è alla portata dell'escursionista esperto che non teme un minimo di esposizione.


    contattaci



    RINVIATA ALL' ESTATE 2020BUONAZ (LOC. PLACE MOULIN)

    BECCA D’OREN (3.532 MT.)

    Dal Rifugio Nacamuli


    Nella Comba d’Oren lungo il confine Italo-Svizzero in una zona prevalentemente glaciale, questa bella e isolata montagna è facilmente raggiungibile dal Rifugio Nacamuli con una divertente salita su roccette e ghiacciaio (con pendenza non oltre i 45 gradi) fino alla vetta.

    1° giorno: Place Moulin (1.950 m.) - Rifugio Nacamuli (2.828 m.)
    Dislivello: 878 m.
    Tempo di salita: ore 3.30

    2° giorno: Rifugio Nacamuli (2.828 m.) - Becca d’Oren (3.533 m.)
    Dislivello: 705 m.
    Tempo di salita: ore 3.00
    Attrezzatura: casco, corda, imbrago, piccozza, ramponi
    Difficoltà: F


    contattaci



    RINVIATA ALL' ESTATE 2020VALGRISENCHE

    TRAVERSATA PUNTA RABUIGNE - MONT FORCIAZ

    Weekend alpinistico in Valgrisenche



    Vi proponiamo questo impeccabile weekend alpinistico con pernottamento nel confortevolissimo Rifugio Chalet L'Epée in Valgrisanche con possibiità per gli escursionisti di unirsi per gite escursionistiche alternative:

    PRIMO GIORNO
    Il primo giorno saliremo al Rifugio L'Epée (2.370 mt.) da Usellières (possibilità di raggiungere la Becca di Tey)

    Dislivello: 1400 metri
    Difficoltà: F

    SECONDO GIORNO
    Nel secondo giorno sveglia presto e si salirà prima per morena e poi per pendio glaciale alla Punta Rabuigne (3.261 mt.) e poi, per facile cresta si risalirà al Mont Forciaz (3.243 mt.) per poi scendere su ampio canale nevoso direttamente al Rifugio.

    Dislivello: 891 metri
    Difficoltà: F+

    Materiale per la due gg: Picca Ramponi e imbrago consigliati e corda al seguito

    Coloro che volessero unirsi a noi per fare escursionismo o anche solo una gita è possibile arrivare al Col Fenetre con lo stesso percorso o studiare qualche altra facile e bella gita.


    contattaci



    RINVIATA ALL' ESTATE 2020VALTOURNNECHE

    MONT ROUS

    per il sentiero attrezzato di Vofrede


    Quota partenza: 1967
    Quota vetta: 3241
    Dislivello complessivo: 1300
    Difficoltà: F


    contattaci



    RINVIATA ALL' ESTATE 2020COGNE (LOC. GIMILLAN)

    TRAVERSATA DELLA PUNTA GARIN (3448 MT.)

    Cresta Sud/Est - Cresta Nord (per il vallone di Grauson)



    Partenza da Gimillan (1787 mt.) e percorreremo il sentiero 8A nel vallone del Grauson fino a quota 2.200 dove saliremo a sinistra per un erto ma facile pendio che ci porterà nel selvaggio Vallone di Crot Fleurie tra la Punta Garin, subito davanti a noi e Punta Grauson. Dopo un piacevole percorso pianeggiante saliremo per facili roccette per la sella che separa le due cime dove inizia la cresta rocciosa vera e propria Sud-Est. Si tratta di una facile cresta su buona roccia rossastra molto divertente che prevede un pò di passaggi di I grado e qualche sporadico passaggio di II peraltro aggirabile con facilità. Raggiunta la stupenda cima a 3.481 mt., dove godremo di un panorama strepitoso, potremo scendere la facile spalla nord la cui unica difficoltà è la presenza di un pò di sfasciumi che richiedono un pò di attenzione. Alla fine della cresta percorreremo su nevaio il ghiacciaio estinto di Lussert per ricongiungerci con il primo degli omonimi laghi e riguadagnare il comodo sentiero 8A che ci riporterà con il sentiero 8 a Gimillan.

    DIFFICOLTA'
    Alpinisticamente si tratta di un F+ più che di un PD- perchè i passaggi su cresta più ostici sono tutti aggirabili. La difficoltà è data più dalla sua lunghezza che presuppone una buona forma fisica visto che si svolge per buona parte fuori sentiero anche nei tratti più facili. La discesa dalla cresta nord è facile ma richiede piede saldo visto che si percorre qualche canale di sfasciumi. La fatica è ampiamente compensata dalla bellezza del posto,dal suo assoluto isolamento e dalla vista eccezionale baricentrica rispetto a molte vette importanti della vallée, si tratta quindi di un percorso veramente avventuroso che però abbiamo già percorso con soddisfazione, consigliatissimo per chi predilige questo tipo di gite insolite.

    ATTREZZATURA
    Imbrago e moschettoni; porteremo una mezza corda per chi eventualmente non si sentirà sicuro in qualche passaggio di cresta.


    contattaci



    RINVIATA ALL' ESTATE 2020DA LA VILLA (CHAMPDEPRAZ)

    TRAVERSATA DEL MONT RUVI (O RUVIC)

    Cresta Sud/Nord



    Dopo l’entusiasmante traversata del Mont Avic ci piacerebbe molto tornare nello splendido Parco del Mont Avic per “traversare” su facile cresta questa imponente montagna gemella della precedente. Per diminuire l’impegno fisico comunque non indifferente ci piacerebbe anche passare la notte precedente alla gita al confortevolissimo agriturismo di Pra Oursie “La Maison du Lord” godendo anche della sua ottima cucina.

    PRIMO GIORNO
    Partenza da La Villa dopo Champdepraz (1.267 mt.) per raggiungere l’Agriturismo La Maison du Lord (1.794 mt.) dove pernotteremo. Per chi lo desidererà ci sarà la possibilità di fare una puntata al Monte Barbeston (2.482 mt.) per il Colle di Valmeriana. (per coloro che desiderano salire solo il Mont Ruvic sarà possibile raggiungerci all’agriturismo il tardo pomeriggio o la sera)

    Difficoltà: E
    Dislivello positivo: 500 mt. circa per Pra Oursie - 1100 mt. per il Barbeston.

    SECONDO GIORNO
    Dall’agriturismo si proseguirà per il sentiero raggiungendo il Col Varotta dal quale per roccette , per la facile cresta sud, raggiungeremo la cima del Mont Ruvic (2.922 mt.) Dopo una meritatissima pausa sarà il momento di scendere per roccette passando per la cresta nord raggiungendo il Col Giron dal quale, con una risalita di 300 metri circa, si giungerà al Col Valmeriana per poi scendere all’Agriturismo per una rifocillante merenda prima della breve discesa al parcheggio di La Villa.

    Difficoltà: F
    Dislivello positivo: 1500 mt. circa
    Dislivello negativo: 2000 mt. circa
    Tempo di salita: ore 4.00

    CONSIDERAZIONI FINALI: Si tratta di un giro che presuppone un buon allenamento, abitudine a terreni accidentati e ad un po’ di esposizione. Dormire all’agriturismo ci permetterà di spezzare sia la salita che la discesa in modo da poter rifiatare senza problemi.


    contattaci



    GITA FATTA IL 16/08/2019VALTOURNENCHE (LOC. CHENEIL)

    BECCA TRECARE

    per la cresata Nord/Ovest (con Guida Alpina)


    Ascesa alla Becca Trecare per la cresata Nord/Ovest. Gita con Guida Alpina.

    GITA FATTA IL 08/08/2019SAINT MARCEL (LOC. LES DRUGES)

    PUNTA GARZOTTO

    per il Vallone Saint Marcel


    Ascesa alla Punta Garzottto

    GITA FATTA IL 03/08/2019VAL VENY

    TRAVERSATA RIF. MONZINO - BIV. BORELLI

    "Al cospetto della Noire"



    Si tratta di una variante della "Grante Course" sotto riportata che trovate nel sito del Rifugio Monzino e che ci permetterà in in giornata di passare su tratto attrezzato, attraverso il Col Chasseur, dal versante Freney al versante Combalet con vista impressionante sulla cresta Sud dell'Aiguille Noire. Dal colle, sempre con tratto attrezzato scenderemo al Bivacco Borelli per godere di un meritato riposo prima di affrontare la ferrata in discesa che ci riporterà alla località Peuterey dove avremo provvidenzialmente lasciato una o più auto ( le altre saranno ai Casolari del Freney all'attacco del sentiero per il Monzino).

    DIFFICOLTA' Ricordiamo che con questo giro il Rifugio non verrà raggiunto ma questo ci consentirà di fare la gita in giornata, il dislivello complessivo è di 1200 metri circa e il livello tecnico richiesto non è eccessivo (si tratta di sentieri attrezzati e ferrate facili) ma è assolutamente richiesta abitudine all'esposizione e un buon allenamento.

    Materiale consigliato: Scarponi da montagna;Imbrago;kit da ferrata;Casco


    Pagina 1 di 1